Gestione Protocollo e Pratiche - Software per Microsoft Windows


Software di protocollazione documentale e di bilancio aziendale per gestire i documenti e le pratiche all'interno di ditte, studi professionali, uffici tecnici o legali ecc. Agevola e snellisce la gestione del protocollo informatico e delle pratiche d'ufficio fornendo un avanzato sistema di archiviazione elettronica. App per annotare i movimenti di denaro in dare e avere, tenere un registro di primanota con calcolo del bilancio, controllare la situazione dei pagamenti insoluti e generare grafici statistici tridimensionali degli incassi ed esborsi. Esportazione dati in Microsoft Excel. Applicazione utilizzabile anche su chiavetta USB.


DOWNLOAD SOFTWARE



Importante: Se hai Windows 8 o versione superiore, in fase di installazione apparirà l'avviso PC protetto da Windows. E' necessario fare clic sulla scritta Ulteriori informazioni e successivamente sul pulsante Esegui comunque.

PREZZO E ISTRUZIONI PER L'ACQUISTO IN FONDO A QUESTA PAGINA

Informativa sulla privacy e sull'uso dei cookie, condizioni generali di vendita e diritto di recesso

Gestione Protocollo e Pratiche
Software per la gestione di clienti, protocollo posta, pratiche ufficio,
scadenze e appuntamenti, bilancio e primanota entrate e uscite.


Gestione Protocollo e Pratiche è un software molto elastico di protocollazione documentale e di bilancio aziendale che permette di gestire in modo semplice e intuitivo i documenti e le pratiche all'interno di ditte, studi professionali, uffici tecnici o legali e così via. L'obiettivo è di agevolare e snellire la gestione del protocollo informatico e delle pratiche d'ufficio fornendo un sistema di archiviazione elettronica basato sulla creazione di fascicoli, ognuno contenente tutta la documentazione relativa ad una determinata pratica.

Il software è quindi uno strumento di elevata potenza gestionale pensato per i professionisti di qualsiasi settore, come avvocati, consulenti del lavoro, commercialisti, architetti, geometri, ingegneri, periti e chiunque abbia bisogno di protocollare documenti e pratiche attraverso un sistema che garantisca l'immediato accesso a tutte le informazioni archiviate, nonché gestire le scadenze e appuntamenti con i propri Clienti. Oltre a ciò, con il programma è possibile contabilizzare i movimenti di denaro in dare e avere, tenere un registro di primanota con calcolo del bilancio in attivo o passivo, controllare la situazione dei pagamenti insoluti e generare grafici statistici tridimensionali degli incassi ed esborsi.

Gestione Protocollo e Pratiche si propone, in sostanza, di rendere maggiormente efficienti le aziende e le amministrazioni attraverso l'eliminazione dei registri cartacei, consentendo con poche operazioni di archiviare i documenti e la posta ricevuta, inviata o interna attraverso un sistema di registrazione di protocollo semplice e professionale. Ciascuna pratica può essere agganciata ad un Cliente e ad un consulente o curatore. Un potente sistema di ricerca consente di trovare informazioni in modo semplice e immediato nonché di identificare le pratiche il cui stato di lavorazione è ancora incompleto.

Gestione Protocollo e Pratiche consente allo studio di ridurre i tempi e dunque i costi di gestione delle pratiche, di migliorare l'organizzazione del lavoro e di determinare una maggiore tempestività di risposta rispetto alle richieste dei Clienti. Il software gestisce in maniera completa ed in semplici ambienti operativi tutti i processi collegati alle pratiche: archiviazione dei dati anagrafici dei Clienti, protocollazione della posta in archivi annuali, creazione del fascicolo, registrazione della documentazione legata a ciascuna pratica, ricerca delle informazioni in archivio, esportazione e stampa delle schede dei documenti o dei risultati di ricerca, registrazione dei movimenti monetari, controllo costante dello scadenzario dei pagamenti e degli appuntamenti con i propri Clienti.

L'applicazione Anagrafica Clienti memorizza le informazioni relative a persone o aziende allo scopo di facilitare la compilazione delle schede delle pratiche e dei movimenti di denaro grazie ad una semplice funzione di importazione dei dati dall'archivio. Questo ambiente di lavoro è, in effetti, una completa rubrica elettronica dotata di funzioni avanzate con cui è possibile controllare la validità del numero di partita IVA, del codice fiscale, dell'IBAN bancario e del numero di carta di credito, nonché inviare un messaggio e-mail al nominativo selezionato.

Nell'Anagrafica Clienti è possibile annotare cognome, nome, data e luogo di nascita del Cliente, l'indirizzo di residenza, le modalità di pagamento preferite, i recapiti telefonici di casa, ufficio, cellulare e fax, l'indirizzo e-mail, il recapito preferenziale dove il Cliente desidera essere contattato, il codice fiscale, il numero di partita IVA, il numero di carta di credito con relativa data di scadenza e l'IBAN bancario. La scheda del Cliente consente, inoltre, di registrare gli estremi di un documento di riconoscimento, l'occupazione, lo stato civile, i titoli e le qualifiche possedute, i prodotti e servizi di interesse, e la zona di appartenenza.

Per inserire una scheda in archivio, bisogna fare clic sul pulsante Nuovo, compilare i campi di testo che interessano e premere il pulsante Salva. Per modificare una scheda esistente, bisogna visualizzarla nella schermata di lavoro usando le frecce di scorrimento dei record o la funzione di ricerca, apportare le modifiche desiderate e premere Salva.

Se esistono importanti questioni in sospeso con il Cliente, è possibile prenderne nota nel relativo campo di testo. Mettendo il segno di spunta sulla casella Da ricontattare, si inserisce la scheda in un elenco contenente tutti i Clienti con questioni in sospeso che vogliono essere richiamati, ad esempio, nel momento in cui il problema è stato risolto o quando ci sono novità relative alla fornitura di un prodotto o di un servizio. Per visualizzare tale elenco, basta fare clic sul pulsante Da ricontattare.

Il pulsante Duplica è utile se si ha bisogno di registrare due o più schede con dati molto simili perché riferite, ad esempio, ai familiari del Cliente che risiedono allo stesso indirizzo. Per duplicare la scheda di un Cliente, basta visualizzare quella già registrata in archivio, fare clic sul pulsante Duplica, inserire i nuovi dati e premere Salva.

Per trovare le schede dei Clienti in archivio è possibile utilizzare uno o più filtri di ricerca contemporaneamente. Ad esempio, si può ottenere l'elenco di tutti i Clienti che risiedono in una certa zona, a cui interessano determinati prodotti o servizi, che hanno particolari questioni in sospeso o per i quali è stata registrata una certa parola o espressione distintiva nel campo Note.

Appositi pulsanti consentono di controllare la validità del codice fiscale del Cliente, del numero di carta di credito, dell'IBAN bancario e del numero di partita IVA. Se il numero di partita IVA è esatto, il software indicherà quale Ufficio provinciale lo ha rilasciato. Il campo E-mail è affiancato da un pulsante che permette di lanciare l'applicazione presente sul proprio computer per la gestione della posta elettronica compilando in automatico la casella dell'indirizzo del destinatario.

La funzione Allega file consente di abbinare alla scheda di ciascun Cliente fino a tre file di qualsiasi genere che potrebbero contenere, ad esempio, la copia digitale del documento di riconoscimento oppure un file di Word in cui annotare tutti gli acquisti effettuati dal Cliente o tutti i servizi a lui prestati. Il contenuto di ogni allegato può essere descritto nell'apposito campo di testo e il file può essere aperto in qualsiasi momento premendo il pulsante Apri.

La scheda di ogni singolo Cliente può essere visualizzata in anteprima, stampata su carta o salvata in un file .PDF. L'archivio anagrafico dei Clienti può essere esportato in un file di Microsoft Excel utilizzando una semplice funzione accessibile con pochi clic del mouse. Il foglio di Excel generato potrà essere aperto con qualsiasi applicazione in grado di gestire i file in formato .XLS (ad esempio, con Open Office, Libre Office o Microsoft Office).

L'applicazione Protocollo Posta è pensata per protocollare in archivi annuali la posta in entrata e in uscita e tutti i documenti interni relativi alla propria azienda, al proprio studio professionale e, più in generale, alla propria vita privata o lavorativa. La prima operazione da effettuare per protocollare un documento consiste nell'indicare l'anno solare nell'apposito campo e premere il pulsante Apri per accedere all'ambiente preposto all'inserimento dei dati. Per semplificare l'utilizzo, il software inserisce in automatico l'anno corrente quando si accede all'applicazione. Si capisce che, se si vuole consultare i documenti protocollati negli anni passati, è necessario cancellare l'anno corrente e digitare l'anno di interesse.

Una volta entrati nell'ambiente per l'inserimento dei dati, si può iniziare a protocollare una nuova scheda premendo il pulsante Nuovo. Così facendo, il software assegna al documento il numero di protocollo e la data di registrazione, che ovviamente coincide con quella odierna. La numerazione del protocollo è progressiva e tiene conto di quanti documenti sono già presenti in archivio, partendo da 1 all'inizio di ogni anno solare. Se si desidera far partire la numerazione automatica da un numero superiore a 1, si deve utilizzare la funzione accessibile tramite il pulsante contraddistinto dalla lettera N che permette di indicare il numero iniziale. Inoltre, spuntando un'apposita casella, si può fare in modo che il numero progressivo del protocollo sia seguito dall'indicazione dell'anno solare.

Dopo aver compilato i campi di testo, è sufficiente fare clic sul pulsante Salva per archiviare la scheda. La scheda di un documento può essere aggiornata tutte le volte che si desidera. Per aggiornare una scheda in archivio, è sufficiente richiamarla con la funzione Trova oppure utilizzando le frecce di scorrimento dei record, apportare le dovute modifiche e premere Salva.

Ogni documento protocollato può essere descritto indicando la tipologia di posta (in entrata, in uscita o interna), l'ufficio e l'operatore responsabile della protocollazione, la categoria di appartenenza del documento, la collocazione dell'originale cartaceo (ove esistente), l'oggetto, la data di spedizione e quella di ricezione, il formato e il numero di pagine, i riferimenti ad altri documenti, le annotazioni personali, il mittente e il destinatario con i relativi recapiti. I dati dell'ufficio e dell'operatore responsabile della protocollazione (che spesso sono sempre gli stessi) sono salvati in automatico quando si esce dalla schermata di lavoro, cosicché non occorrerà digitarli nuovamente quando si dovrà protocollare altri documenti. Ad ogni modo, il contenuto di tali campi può all'occorrenza essere modificato manualmente tutte le volte che si desidera.

In fondo alla schermata è possibile allegare la copia digitale del documento protocollato, che l'utente del software potrà visualizzare in qualsiasi momento premendo il pulsante Apri. Il pulsante Allega file permette, inoltre, di allegare tre ulteriori documenti connessi a quello protocollato.

Il pulsante Riepilogo protocollo, contraddistinto dall'icona di una tabella a griglia, permette di visualizzare il riepilogo dei documenti registrati in un qualsiasi intervallo di tempo nell'anno solare nonché esportare lo stesso riepilogo in un foglio di lavoro di Microsoft Excel.

Il pulsante Trova consente di effettuare ricerche avanzate nell'archivio del protocollo informatico utilizzando uno o più filtri di ricerca contemporaneamente. In questo modo è possibile ottenere, ad esempio, l'elenco di tutti i documenti protocollati da un certo operatore e appartenenti ad una specifica categoria.

La scheda descrittiva di un singolo documento può essere stampata su carta, mentre l'intero archivio del protocollo può essere esportato in un file di Excel.

L'applicazione Archivio Pratiche è studiata per gestire i fascicoli relativi ai servizi prestati a favore dei propri Clienti. L'operazione da effettuare per creare una nuova pratica è molto semplice. In primo luogo, facendo clic sul pulsante Archivio Pratiche nella schermata di partenza, l'utente avrà accesso ad un ambiente dedicato in cui dovrà indicare l'oggetto per esteso della pratica da creare, la sua tipologia, il numero di protocollo, la data di apertura del fascicolo e quella di chiusura (quest'ultima da compilare quando la pratica sarà chiusa), lo stato di avanzamento della pratica (aperta, in lavorazione, sospesa, non saldata, chiusa e saldata), una descrizione dei documenti principali che compongono la pratica, l'elenco dettagliato dei documenti associati al fascicolo, il nome del consulente o curatore, i dati del Cliente, le informazioni relative ai pagamenti saldati e a quelli da effettuare nonché qualsiasi altra annotazione.

Per inserire in archivio la scheda di nuova pratica, l'utente deve premere il pulsante Nuovo, compilare le caselle di testo relative alle informazioni sul fascicolo e salvare i dati immessi. Per individuare la pratica archiviata senza possibilità di errore, è buona norma descriverla in maniera precisa all'interno del campo Oggetto indicando parole chiave che spieghino bene il suo contenuto. I dati del Cliente possono essere importati dall'archivio anagrafico utilizzando il pulsante posizionato a destra del campo del cognome e nome.

L'utente ha la possibilità di allegare file esterni di qualsiasi genere alla scheda di ciascuna pratica. Tali file potrebbero contenere la versione digitale dei documenti principali che compongono il fascicolo. L'elenco dettagliato dei documenti della pratica va inserito nella finestra di lavoro accessibile tramite il pulsante Elenco documenti associati a pratica. Tale elenco può essere visualizzato in anteprima o stampato su carta in qualsiasi momento.

La sezione Associa cartella permette di gestire una cartella abbinata alla pratica corrente in cui conservare le copie acquisite allo scanner dei documenti riferiti alla stessa pratica. Una volta salvata la pratica ed aperta la cartella associata tramite l'apposito pulsante, si può provvedere a posizionare i file al suo interno copiandoli o trascinandoli dalla cartella di origine. Con questa funzione è quindi possibile collegare a ciascuna pratica tutti i documenti che si desidera, dal momento che una cartella ha capienza illimitata.

E' possibile segnalare una pratica come urgente mettendo il segno di spunta nella relativa casella. L'elenco di tutte le pratiche contrassegnate come urgenti potrà essere visualizzato e stampato con pochi clic.

Il programma dispone di una funzione di ricerca per trovare una o più pratiche in archivio utilizzando come chiavi l'oggetto, la tipologia, il numero di protocollo, la data di apertura della pratica, lo stato di avanzamento, la descrizione dei documenti principali, il nome del Cliente, il suo codice fiscale, il nome del consulente o curatore, nonché qualsiasi parola presente nel campo delle note. E' possibile effettuare una ricerca utilizzando più filtri contemporaneamente e ciò consente, ad esempio, di ottenere l'elenco di tutte le pratiche appartenenti ad una certa tipologia e che sono in uno specifico stato di avanzamento.

Appositi pulsanti consentono di stampare la scheda informativa di una singola pratica o di visualizzarne il contenuto in anteprima. Se si desidera stampare l'intero elenco delle pratiche archiviate, si può utilizzare la finestra di ricerca, che dispone di una funzione di stampa, oppure esportare l'archivio in Microsoft Excel. Come è facile intuire, l'esportazione in Excel consente anche di condividere i dati con chi non possiede Gestione Protocollo e Pratiche.

L'applicazione Scadenze e Appuntamenti consente di tenere sotto controllo le scadenze giornaliere, mensili o annuali relative, ad esempio, ai pagamenti da effettuare di essere avvertiti al sopraggiungere della data. L'utente può registrare un numero illimitato di scadenze per ciascun giorno. Le scadenze inserite potranno essere visualizzate in ordine cronologico in base alla data e all'ora. Per ogni scadenza è possibile stabilire con quanti giorni di anticipo si desidera essere avvisati.

Una volta entrati nella schermata per la gestione delle scadenze dell'anno, si può provvedere a compilare una nuova scheda facendo clic sull'icona Nuovo. Per salvare una scheda, è necessario indicare almeno la data e l'ora della scadenza, quanti giorni prima si desidera essere avvisati, il nome del Cliente, l'oggetto della pratica a cui la scadenza si riferisce e la causale della scadenza. I dati del Cliente, della pratica e del consulente possono essere importati dall'archivio delle pratiche servendosi del pulsante Importa dati.

Se si ha la necessità di inserire in archivio appuntamenti o scadenze che si ripeteranno nel corso dell'anno, dopo aver salvato la prima scheda si può sfruttare la funzione Duplica per trasportare tutti i dati (ad eccezione della data e dell'ora) in un nuovo record. A questo punto bisognerà soltanto esprimere giorno, mese e ora e salvare la nuova scheda.

Come già accennato, per ogni scadenza o appuntamento è possibile stabilire con quanti giorni di anticipo si desidera essere avvisati. La presenza di appuntamenti imminenti viene segnalata sia in maniera visiva attraverso un messaggio informativo, sia in maniera sonora mediante un segnale acustico che si attiva automaticamente nel momento in cui si apre la finestra di lavoro. Per visualizzare l'elenco delle scadenze o appuntamenti imminenti, basta fare clic sulla relativa scritta. Il calendario permette, inoltre, di richiamare le scadenze relative al giorno o al mese selezionato.

La casella Appuntamento da confermare va spuntata per indicare che l'appuntamento preso, ad esempio, con il Cliente o con l'Agenzia delle Entrate è in attesa di conferma. Il pulsante Da confermare permette di ottenere il riepilogo delle scadenze in sospeso mostrando, per ciascun impegno, la causale, la data e l'ora della scadenza o appuntamento, il nome del Cliente, l'oggetto della pratica e l'eventuale importo da pagare.

E' buona norma aggiornare lo scadenzario ogni volta che viene saldato un pagamento mettendo il segno di spunta sulla casella Pagamento effettuato nella scheda dedicata e salvando i cambiamenti. Il pulsante Da effettuare visualizza l'elenco di tutti i pagamenti non ancora saldati, sia scaduti che non. Per rintracciare nell'elenco la scheda della scadenza da aggiornare, basta usare il nome del Cliente come filtro di ricerca, fare clic sul pulsante Trova e, una volta evidenziata la scadenza nella lista, selezionarla con un doppio clic per richiamare i dati nella finestra di lavoro principale. A questo punto è possibile spuntare la casella Pagamento effettuato e premere Salva per registrare le modifiche.

E' possibile salvare un numero illimitato di scadenze o appuntamenti per ciascun giorno. Le scadenze inserite saranno visualizzate in ordine cronologico in base alla data e all'ora indipendentemente dall'ordine con cui l'utente le ha registrate in archivio. Il pulsante Effettuati visualizza lo storico dei pagamenti saldati in archivio e può essere utile per stampare a fine anno l'elenco di tutti i versamenti effettuati dai Clienti.

Nello scadenzario è disponibile una funzione di ricerca avanzata che consente di creare riepiloghi delle scadenze utilizzando più criteri di ricerca contemporaneamente. E' possibile, ad esempio, visualizzare l'elenco delle scadenze o appuntamenti relativi ad un mese specifico, con riferimento ad un determinato Cliente, eccetera.

Il pulsante Esporta archivio consente di esportare tutte le scadenze in archivio in un foglio di lavoro di Microsoft Excel, che potrà essere aperto con qualsiasi software in grado di gestire i file in formato .XLS (ad esempio, con Open Office, Libre Office o Microsoft Office).

L'applicazione Entrate e Uscite è l'ambiente in cui bisogna annotare tutte le operazioni relative ai pagamenti in dare e in avere che confluiranno nel registro di primanota della propria azienda.

La prima operazione da effettuare per registrare un nuovo movimento in entrata o in uscita consiste nell'indicare l'anno solare in cui avviene il pagamento e premere il pulsante Apri.

A questo punto si entra nell'ambiente in cui bisogna registrare i dati relativi al movimento che farà parte del registro di primanota.

Per inserire una nuova scheda, bisogna fare clic sul pulsante Nuovo e specificare se si tratta di un movimento in entrata o in uscita selezionando la relativa opzione e digitando l'importo in euro. Il campo della data dell'operazione riporta in automatico il giorno corrente ma può all'occorrenza essere modificato manualmente se, ad esempio, in tale campo si preferisce indicare la data in cui il pagamento viene saldato.

Il campo della causale va compilato indicando esattamente a cosa si riferisce il pagamento in entrata o in uscita. E' possibile fornire ulteriori dettagli sulla causale sfruttando il campo del promemoria.

Il pulsante Duplica può sostituire il pulsante Nuovo se si vuole registrare un nuovo movimento simile ad un altro già archiviato nella primanota dello stesso anno solare. A tal fine, basta visualizzare la scheda del vecchio pagamento richiamandola con le frecce di scorrimento dei record o con la funzione Trova, fare clic su Duplica, apportare le opportune modifiche ai campi di testo e fare clic su Salva.

La data di scadenza va indicata esprimendo contemporaneamente il numero di giorni di preavviso con cui si desidera essere informati dell'approssimarsi della medesima scadenza. Inserendo queste informazioni, sarà possibile ottenere i riepiloghi dei pagamenti in scadenza e di quelli insoluti, vale a dire dei pagamenti scaduti e non saldati.

I dati del Pagatore e del Beneficiario possono essere digitati sul momento ma è anche possibile richiamarli dall'archivio anagrafico dei Clienti sfruttando i pulsanti collocati a destra dei relativi campi di testo. Sono anche presenti pulsanti per controllare la validità del codice fiscale e della partita IVA del Pagatore.

La funzione Trova permette di ritrovare i movimenti archiviati utilizzando più filtri di ricerca contemporaneamente. A titolo di esempio, si potrebbe ottenere l'elenco di tutti i pagamenti effettuati a favore di un determinato Beneficiario o di quelli a cui è stata applicata una certa tariffa.

La funzione Allega file consente di allegare alla scheda di ciascun movimento di primanota fino a tre file di qualsiasi genere, che potrebbero contenere, ad esempio, la copia digitale della ricevuta di versamento o documenti relativi al Pagatore o Beneficiario.

Dopo aver compilato tutti i campi di testo di interesse, è necessario fare clic su Salva per inserire la scheda in archivio.

Quando un pagamento in entrata o in uscita viene saldato, bisogna spuntare la relativa casella e salvare le modifiche alla scheda. Per richiamare una scheda archiviata precedentemente, si può usare la funzione Trova oppure visualizzare le schede a una a una utilizzando le fecce di scorrimento dei record. Una volta trovata la scheda da aggiornare, basta mettere il segno di spunta sulla casella Saldato e salvare i cambiamenti.

Il pulsante contraddistinto dall'icona di un orologio serve a visualizzare il riepilogo dei pagamenti in scadenza o scaduti e non saldati. Dopo aver visualizzato tale riepilogo, è possibile richiamare una scheda con un doppio clic sulla relativa voce in elenco.

La scheda informativa del singolo movimento di primanota può essere stampata su carta, mentre l'intero archivio annuale può essere esportato in un foglio di Excel.

L'applicazione Primanota e Bilancio consente di visualizzare e stampare il registro di primanota della propria azienda con l'estratto conto dei movimenti in dare e in avere registrati in ogni anno solare, mostrando il riepilogo delle operazioni, il totale degli incassi, il totale degli esborsi e il bilancio in attivo o passivo equivalente alla differenza fra entrate e uscite.

Per visualizzare il registro di primanota relativo ai movimenti registrati in un certo intervallo di tempo, basta indicare una causale unitamente alla data di inizio e a quella di fine intervallo e premere il pulsante Visualizza riepilogo. Se si desidera ottenere la primanota di tutti i movimenti registrati a prescindere dalla causale, è sufficiente selezionare l'intervallo di tempo senza specificare nessuna causale.

Il registro di primanota che si ottiene visualizza il riepilogo di tutti gli incassi percepiti e le spese sostenute nel periodo specificato, riportando per ogni operazione il tipo di movimento (entrata o uscita), la causale, la data dell'operazione, il nome del Pagatore, il nome del Beneficiario e l'importo in entrata o in uscita. In calce, appaiono i totali delle entrate e delle uscite con relativo bilancio.

Il registro di primanota può essere stampato su carta facendo clic sull'apposito pulsante.

L'applicazione Pagamenti Insoluti è studiata per visualizzare i riepiloghi dei pagamenti scaduti e non saldati relativamente alle entrate, alle uscite o ad entrambe le tipologie di movimento. Questa funzione risulta indispensabile per disporre in tempo reale di un elenco completo dei propri debitori a cui inviare un sollecito di pagamento, oppure per controllare che la propria ditta non sia in difetto con i propri creditori o con il fisco.

E' possibile visualizzare tutti i movimenti in entrata e in uscita insoluti registrati in ogni anno solare ed esportare il riepilogo in un foglio di lavoro di Microsoft Excel, che potrà essere aperto con qualsiasi software in grado di gestire i file in formato .XLS (ad esempio, con Open Office, Libre Office o Microsoft Office).

Dopo aver selezionato un anno solare ed aperto la finestra contenente il riepilogo dei pagamenti insoluti, bisogna fare clic sull'icona di Excel. Questa operazione crea in tempo reale un file in formato .XLS contenente le schede in archivio, che potrà essere aperto immediatamente rispondendo affermativamente al messaggio di domanda che appare. A questo punto è sufficiente salvare il file sul proprio disco fisso assegnandogli un nome qualsiasi.

L'applicazione Grafici Statistici si compone di tre ambienti che permettono di visualizzare in maniera grafica l'andamento mensile delle entrate, quello delle uscite e, infine, il bilancio annuale degli incassi e degli esborsi.

Gli ambienti per la rappresentazione grafica delle entrate e delle uscite mensili consentono di visualizzare e stampare, appunto, grafici statistici sui movimenti mensili in attivo o passivo in base agli incassi percepiti e ai pagamenti effettuati nell'anno solare selezionato. L'utente può scegliere se visualizzare i dati sotto forma di grafico a torta oppure di grafico a barre tridimensionali. Il grafico mostra le entrate o le uscite relative a ciascun mese dell'anno arrotondando i totali all'euro.

La prima operazione da eseguire per visualizzare i grafici statistici mensili è quella di indicare l'anno solare di interesse. A questo punto, facendo clic sul pulsante Apri, si avrà accesso ad una nuova finestra in cui compare il grafico statistico delle entrate o delle uscite.

Il grafico che appare è costituito da dodici barre tridimensionali, ognuna corrispondente a un mese dell'anno solare. Più la barra è alta, più le entrate o le uscite sono maggiori. L'utente ha la possibilità di visualizzare le stesse statistiche sotto forma di grafico a torta facendo clic sull'apposito pulsante posizionato in basso. Per tornare a visualizzare il grafico a barre, basta premere il pulsante corrispondente.

L'ambiente per la rappresentazione grafica del bilancio delle entrate e uscite annuali funziona in maniera molto simile, con l'unica differenza che il grafico è composto soltanto da due elementi raffiguranti il totale degli incassi e degli esborsi registrati nell'intero anno solare.

Anche in questo caso, è possibile visualizzare il bilancio sotto forma di grafico tridimensionale a barre oppure a torta premendo il pulsante corrispondente.

Il pulsante Stampa grafico consente di ottenere su carta il grafico visualizzato in quel momento unitamente ai dati relativi alle entrate e alle uscite mensili o al bilancio annuale.

Come si è visto, tutti gli archivi di Gestione Protocollo e Pratiche possono essere esportati in un file di Microsoft Excel utilizzando una semplice funzione accessibile con pochi clic del mouse. Giova ripetere che il foglio di Excel generato potrà essere aperto con qualsiasi applicazione in grado di gestire i file in formato .XLS (ad esempio, con Open Office, Libre Office o Microsoft Office).

Il software può essere utilizzato anche in una rete locale se si ha necessità di condividere gli archivi fra più postazioni di lavoro. L'acquisto di una singola licenza autorizza l'utente ad installare il programma su tutte le macchine di sua proprietà.

L'accesso al software è protetto da una password aggiornabile dall'utente che può essere cambiata tutte le volte che si desidera. Per il primo accesso al programma, bisogna utilizzare la parola chiave "autenticazione" (scritta senza le virgolette).

Gestione Protocollo e Pratiche può essere utilizzato anche su chiavetta USB. A tal fine, basta copiare la cartella del programma su pen-drive e fare doppio clic sull'icona dell'applicazione per eseguirla. La copia della cartella su dispositivo esterno è anche il metodo più veloce per effettuare il backup di tutti gli archivi.

Gestione Protocollo e Pratiche, in definitiva, risolve egregiamente i problemi di gestione, controllo e reperimento della documentazione di lavoro organizzandola in agevoli fascicoli elettronici ed è quindi lo strumento ideale per le aziende, i professionisti o i privati cittadini che vogliono avvalersi del proprio computer per mettere ordine ai propri documenti di ogni genere al fine di averli a portata di mano ogni volta che servono. L'utente resterà piacevolmente sorpreso nel constatare come il software richieda tempi di apprendimento praticamente nulli.

Come acquistare il software


Gestione Protocollo e Pratiche è concesso in licenza d'uso al prezzo di euro 199,00 (centonovantanove/00) IVA inclusa. Per le spese di spedizione del CD tramite raccomandata, aggiungere euro 15,00 (quindici/00). Nessuna spesa di spedizione è dovuta se si preferisce scaricare il software e la fattura da Internet.

Pagamento da effettuarsi tramite bonifico bancario: Banca UniCredit - Agenzia di Ponte San Giovanni PG - IBAN: IT 71 J 02008 03050 000101867373 - C/C n. 000101867373 - ABI: 02008 - CAB: 03050 - CIN: J - Intestatario: CAPUTO MARIA GRAZIA (titolare della ditta ESPOSITO SOFTWARE). Indicare il nome del software nella causale del bonifico.

Inviare una e-mail all'autore all'indirizzo info@espositosoftware.it allegando una copia della ricevuta di versamento.

Per l'intestazione della fattura, comunicare i propri dati completi di codice fiscale e di eventuale partita IVA tramite e-mail (
info@espositosoftware.it) oppure per telefono chiamando l'autore dalle ore 09:00 alle ore 20:00 dal lunedì al sabato (tel. rete fissa: 07.55.99.66.55 - tel. cell. 393.61.62.629).

L'acquisto di una sola licenza autorizza l'utente ad installare l'applicazione su tutti i computer di sua proprietà. La licenza non ha scadenza e non ci sono costi annuali da pagare. Il software e i dati sono residenti sul computer dell'utente, a garanzia di riservatezza e sicurezza.


Download software

Preleva programma
Scarica Gestione Protocollo e Pratiche sul tuo PC

Download gestione_protocollo_informatico.zip (6,83 MB)



Questo software è compatibile con tutti i sistemi Microsoft Windows a 32 e 64 bit


© Copyright Esposito Software
di Maria Grazia Caputo
Tel. 07.55.99.66.55 - Cel. 393.61.62.629 - E-mail:
info@espositosoftware.it

www.espositosoftware.it

Fare clic qui per tornare all'indice dei programmi