Dieci Archivi Pro 4.0 - Software per Microsoft Windows





Software con 10 app per archiviare i dati dei clienti, annotare i servizi forniti in base a tariffari personalizzati, protocollare la posta in entrata, in uscita e interna, registrare tutti i propri documenti, quali atti e scritture, contratti di compravendita, di affitto ecc., gestire le scadenze dei pagamenti o di altri eventi e gli appuntamenti presi per motivi personali o professionali, tenere traccia dei bonifici ricevuti ed emessi riepilogando le entrate e le uscite, catalogare i libri della propria biblioteca, creare schedari annuali di articoli giornalistici memorizzando il testo integrale di ciascuno di essi. Esportazione dati in Excel. App utilizzabile anche in una rete locale LAN o su chiavetta USB.




www.espositosoftware.it - info@espositosoftware.it - Tel. 07.55.99.66.55 - Cel. 393.61.62.629

Dieci Archivi Pro 4.0
Software per gestire clienti, servizi, protocollo posta, documenti,
scadenze e appuntamenti, archivio bonifici, libri e schedario articoli


Dieci Archivi Pro 4.0 è un software che si propone di fornire a ditte di ogni genere un comodo organizer indispensabile per chi ha il desiderio o la necessità di tenere in ordine le numerose informazioni riguardanti il proprio lavoro o la propria vita quotidiana. Un'amichevole schermata iniziale consente l'accesso a dieci differenti applicazioni ciascuna delle quali permette di gestire tutti i dati a noi più utili concernenti un determinato settore.

Dieci Archivi Pro 4.0 è un programma studiato per archiviare i dati dei clienti, annotare i servizi forniti in base a tariffari personalizzati, protocollare la posta in entrata, in uscita e interna, registrare tutti i propri documenti, quali atti e scritture, contratti di compravendita, di affitto eccetera, gestire le scadenze dei pagamenti o di altri eventi e gli appuntamenti presi per motivi personali o professionali, tenere traccia dei bonifici ricevuti ed emessi riepilogando le entrate e le uscite, catalogare i libri della propria biblioteca, creare schedari annuali di articoli giornalistici memorizzando il testo integrale di ciascuno di essi.

L'applicazione Anagrafica Clienti memorizza le informazioni relative alle persone o ditte a cui si forniscono i propri prodotti o servizi. Questo archivio anagrafico facilita la compilazione delle schede degli altri ambienti di lavoro grazie ad una funzione di importazione dei dati. Tale app è, in effetti, una completa rubrica elettronica dotata di funzioni avanzate con cui è possibile controllare la validità del numero di partita IVA, del codice fiscale, dell'IBAN bancario e del numero di carta di credito, nonché inviare un messaggio e-mail al cliente selezionato.

Per inserire una scheda in archivio, bisogna fare clic sul pulsante Nuovo, compilare i campi di testo che interessano e premere il pulsante Salva. Per modificare una scheda esistente, bisogna visualizzarla nella schermata di lavoro usando le frecce di scorrimento dei record o la funzione di ricerca, apportare le modifiche desiderate e premere Salva.

Se esistono importanti questioni in sospeso con la persona o ditta, è possibile prenderne nota nel relativo campo di testo. Mettendo il segno di spunta sulla casella Da ricontattare, si inserisce la scheda in un elenco contenente tutti i clienti con questioni in sospeso che vogliono essere richiamati, ad esempio, nel momento in cui il problema è stato risolto o quando ci sono novità. Per visualizzare tale elenco, basta fare clic sul pulsante Da ricontattare.

Nell'archivio anagrafico dei clienti è possibile annotare cognome, nome, data e luogo di nascita della persona, l'indirizzo di residenza, le modalità di pagamento preferite, i recapiti telefonici di casa, ufficio, cellulare e fax, l'indirizzo e-mail, il telefono preferenziale dove la persona o ditta desidera essere contattata, il codice fiscale, il numero di partita IVA, il numero di carta di credito con relativa data di scadenza e l'IBAN bancario. La scheda anagrafica consente, inoltre, di registrare gli estremi di un documento di riconoscimento, i prodotti o servizi abitualmente richiesti, la tariffa applicata e un eventuale numero di tessera.

Il pulsante Duplica è utile se si ha bisogno di registrare due o più schede con dati molto simili perché riferite, ad esempio, ai familiari del cliente che risiedono allo stesso indirizzo. Per duplicare la scheda di un cliente, basta visualizzare quella già registrata in archivio, fare clic sul pulsante Duplica, inserire i nuovi dati e premere Salva.

La funzione Cartella associata rende possibile abbinare alla scheda un numero illimitato di documenti di qualsiasi formato riguardanti il cliente, ad esempio la copia digitale del contratto da lui stipulato con la ditta. Tale funzione si attiva solo dopo aver salvato la scheda. La cartella associata è creata in automatico all'interno di quella in cui è installato il software.

La funzione Allega file consente di abbinare alla scheda del cliente fino a tre file di qualsiasi genere che potrebbero contenere, ad esempio, la copia digitale del documento di riconoscimento oppure un file di Word in cui annotare richieste particolari avanzate dalla persona o ditta. Il contenuto di ogni allegato può essere descritto nell'apposito campo di testo e ciascun file può essere aperto in qualsiasi momento premendo il pulsante Apri.

Per trovare le schede dei clienti in archivio è possibile utilizzare uno o più filtri di ricerca contemporaneamente. Ad esempio, si può ottenere l'elenco di tutte le persone o ditte che risiedono in una certa zona, che richiedono abitualmente un determinato prodotto o servizio, che hanno particolari questioni in sospeso o per i quali è stata registrata una certa parola o espressione distintiva nel campo "Note".

Appositi pulsanti consentono di controllare la validità del codice fiscale, del numero di carta di credito, dell'IBAN bancario e del numero di partita IVA. Se il numero di partita IVA è esatto, il software indicherà quale Ufficio provinciale lo ha rilasciato.

Il campo "E-mail" è affiancato da un pulsante che permette di lanciare l'applicazione presente sul proprio computer per la gestione della posta elettronica compilando in automatico la casella dell'indirizzo del destinatario.

La scheda di ogni singolo cliente può essere visualizzata in anteprima, stampata su carta o salvata in un file PDF.

L'archivio anagrafico può essere esportato in un file di Microsoft Excel.

L'applicazione Tariffario Servizi serve a creare un listino delle prestazioni professionali che la propria ditta fornisce ai clienti. Per ogni servizio in listino è possibile indicare due diverse tariffe, ossia quella ordinaria e quella scontata. I dati inseriti nel tariffario possono essere richiamati quando si compila una scheda nel Registro Servizi selezionando, in fase di importazione, la tipologia di tariffa applicata al cliente.

Ciascun servizio inserito nel tariffario può essere illustrato nei minimi particolari indicando il suo codice identificativo, la tipologia di prestazione, una descrizione estesa dell'attività lavorativa, la tariffa ordinaria e quella scontata, le eventuali spese accessorie, il nome della persona addetta all'espletamento del servizio con relativo codice fiscale, recapito telefonico ed indirizzo e-mail, gli uffici interessati, i requisiti necessari per poter usufruire del servizio, i documenti richiesti, i tempi medi occorrenti per portare a termine l'attività, le modalità di pagamento accettate e ogni ulteriore annotazione personale.

Per inserire una nuova scheda nel tariffario, basta fare clic sul pulsante Nuovo, compilare i campi di testo che interessano e premere Salva. Si tenga presente che i campi relativi al codice identificativo del servizio, alla tipologia, alla descrizione e alle tariffe applicate sono a compilazione obbligatoria. Per aggiornare una scheda esistente, bisogna richiamarla nella finestra di lavoro, apportare le modifiche e premere Salva. Una scheda già registrata può essere richiamata utilizzando la funzione di ricerca o le frecce di scorrimento dei record.

Il pulsante Duplica può essere sfruttato nel momento in cui bisogna registrare un nuovo servizio che ha caratteristiche simili a quelle di un altro servizio già presente nel tariffario. Per utilizzare tale funzione, bisogna visualizzare la scheda del servizio archiviato in precedenza, premere Duplica, apportare le dovute modifiche ai dati nei campi di testo e premere Salva.

Se si decide di offrire un servizio a prezzo ridotto, si deve spuntare la casella Tariffa scontata. In questo modo, il servizio entra a far parte di un elenco contenente tutte le prestazioni fornite a tariffa ribassata, che può essere visualizzato premendo il pulsante contraddistinto dall'icona di una mano con una moneta.

In fondo alla schermata è possibile caricare il file del modulo di richiesta del servizio da far firmare al cliente, qualora la propria ditta ne faccia uso. Oltre a tale modulo, è possibile allegare altri tre file esplicativi del servizio descritto nel tariffario.

I dati della persona addetta all'espletamento del servizio possono essere importati dall'archivio dei clienti usando il pulsante con la freccia rossa. Il codice fiscale può essere controllato facendo clic sul pulsante a destra del relativo campo di testo.

Il pulsante Trova è utile per rintracciare uno o più servizi in archivio usando più filtri di ricerca contemporaneamente. A titolo di esempio, si può ottenere l'elenco di tutti i servizi appartenenti ad una certa tipologia e per i quali sono richiesti specifici documenti.

L'intero tariffario dei servizi può essere esportato in un file di Excel mentre la scheda descrittiva del singolo servizio può essere stampata su carta.

L'applicazione Registro Servizi è studiata per gestire uno storico di tutti i servizi forniti ai propri clienti allo scopo di agevolare la consultazione dell'archivio delle prestazioni erogate e degli onorari percepiti sfruttando una potente funzione di ricerca. La prima operazione da effettuare consiste nell'indicare l'anno solare di interesse e premere il pulsante Apri.

In ogni scheda è possibile registrare il codice identificativo del servizio, la tipologia, la descrizione della prestazione professionale fornita, la tariffa applicata, la data in cui il servizio è stato richiesto dal cliente e la data in cui è stato espletato, le modalità di pagamento, i dati anagrafici del cliente (cognome e nome, codice fiscale, denominazione ditta e partita IVA), lo stato di avanzamento della pratica, gli uffici contattati per l'espletamento del servizio, i documenti prodotti, eventuali questioni in sospeso e ogni ulteriore annotazione personale.

Le informazioni basilari relative al servizio (codice identificativo, tipologia, descrizione, tariffa e modalità di pagamento) possono essere richiamate dal tariffario servendosi del pulsante con l'icona della freccia rossa oppure di quello con l'icona della mano con la moneta a destra del campo riservato al codice identificativo, tenendo presente che il primo pulsante importa la tariffa ordinaria mentre il secondo importa quella scontata.

Per inserire una nuova scheda in archivio, dopo aver selezionato l'anno solare, bisogna fare clic sul pulsante Nuovo, compilare i campi che interessano e premere Salva. La scheda di un servizio può essere aggiornata tutte le volte che si desidera. Per aggiornare una scheda in archivio, è sufficiente richiamarla con la funzione Trova o utilizzando le frecce di scorrimento dei record, apportare le dovute modifiche e premere Salva.

Il pulsante Duplica può essere sfruttato nel momento in cui bisogna registrare un nuovo servizio che ha caratteristiche simili a quelle di un altro servizio registrato precedentemente. Per utilizzare tale funzione, bisogna visualizzare la scheda del servizio già in archivio, premere Duplica, apportare le dovute modifiche ai dati nei campi di testo e premere Salva.

In calce alla schermata è possibile allegare il file della fattura rilasciata al cliente riferita al servizio fornito. Il pulsante Allega file consente, inoltre, di allegare altri tre documenti attinenti al medesimo servizio.

I campi relativi al cliente possono essere compilati velocemente importando i dati dall'archivio anagrafico. A tal fine bisogna utilizzare il pulsante con l'icona della freccetta rossa presente a destra del campo di testo riservato al cognome e nome del cliente.

Il pulsante Trova consente di effettuare ricerche avanzate nell'archivio dei servizi utilizzando uno o più filtri di ricerca contemporaneamente. In questo modo è possibile ottenere, ad esempio, l'elenco di tutti i servizi di una specifica tipologia forniti ad un certo cliente.

Nel momento in cui il cliente salda la fattura relativa al servizio, bisogna mettere il segno di spunta sulla casella Pagato e salvare le modifiche alla scheda. Il pulsante contraddistinto dall'icona di un visto visualizza il riepilogo di tutti i servizi non ancora saldati.

L'intero registro dei servizi può essere esportato in un file di Excel mentre la scheda descrittiva del singolo servizio può essere stampata su carta.

L'applicazione Riepilogo Compensi consente di ottenere un estratto conto degli importi incassati dalla propria ditta in un qualsiasi arco di tempo utilizzando come filtri di ricerca il codice fiscale del cliente e/o la tipologia di servizio fornito.

Per ottenere il riepilogo dei compensi relativi a un certo intervallo di tempo è sufficiente, quindi, indicare negli appositi campi il codice fiscale del cliente e la tipologia di prestazione professionale svolta unitamente alla data di inizio e a quella di fine intervallo con riferimento alla data di richiesta del servizio. A questo punto, basta premere il pulsante Visualizza riepilogo.

L'estratto conto che si ottiene visualizza un elenco di tutti i compensi percepiti nel periodo specificato, riportando per ogni servizio il codice identificativo, la descrizione, la data di richiesta, il nome del cliente, il suo codice fiscale e la tariffa applicata. In calce alla schermata compare il totale complessivo dei compensi, ottenuto sommando gli importi di tutte le voci presenti nell'elenco.

Per ottenere il riepilogo dei compensi percepiti da tutti i clienti nell'intervallo di tempo indicato a prescindere dalla prestazione professionale erogata, basta lasciare in bianco i campi di ricerca. Il riepilogo dei compensi visualizzato può essere stampato su carta facendo clic sull'apposito pulsante.

L'applicazione Protocollo Posta è pensata per protocollare in archivi annuali la posta in entrata e in uscita e tutti i documenti interni relativi alla propria ditta. La prima operazione da effettuare per protocollare un documento consiste nell'indicare l'anno solare nell'apposito campo e premere il pulsante Apri per accedere all'ambiente preposto all'inserimento dei dati. Per semplificare l'utilizzo, il software inserisce in automatico l'anno corrente quando si accede all'applicazione. Si capisce che, se si vuole consultare i documenti protocollati negli anni passati, è necessario cancellare l'anno corrente e digitare l'anno di interesse.

Una volta entrati nell'ambiente per l'inserimento dei dati, si può iniziare a protocollare una nuova scheda premendo il pulsante Nuovo. Così facendo, il software assegna al documento il numero di protocollo e la data di registrazione, che ovviamente coincide con quella odierna.

La numerazione del protocollo è progressiva e tiene conto di quanti documenti sono già presenti in archivio, partendo da 1 all'inizio di ogni anno solare. Se si desidera far partire la numerazione automatica da un numero superiore a 1, si deve utilizzare la funzione accessibile tramite il pulsante contraddistinto dalla lettera "N" che permette di indicare il numero iniziale. Inoltre, spuntando un'apposita casella, si può fare in modo che il numero progressivo del protocollo sia seguito dall'indicazione dell'anno solare.

Dopo aver compilato i campi di testo, è sufficiente fare clic sul pulsante Salva per archiviare la scheda. La scheda di un documento può essere aggiornata tutte le volte che si desidera. Per aggiornare una scheda in archivio, è sufficiente richiamarla con la funzione Trova oppure utilizzando le frecce di scorrimento dei record, apportare le dovute modifiche e premere Salva.

Ogni documento protocollato può essere descritto indicando la tipologia di posta (in entrata, in uscita o interna), l'ufficio e l'operatore responsabile della protocollazione, la categoria di appartenenza del documento, la collocazione dell'originale cartaceo (ove esistente), l'oggetto, la data di spedizione e quella di ricezione, il formato e il numero di pagine, i riferimenti ad altri documenti, le annotazioni personali, il mittente e il destinatario con i relativi recapiti. I dati dell'ufficio e dell'operatore responsabile della protocollazione (che spesso sono sempre gli stessi) sono salvati in automatico quando si esce dalla schermata di lavoro, cosicché non occorrerà digitarli nuovamente quando si dovrà protocollare altri documenti. Ad ogni modo, il contenuto di tali campi può all'occorrenza essere modificato manualmente tutte le volte che si desidera.

In fondo alla schermata è possibile allegare la copia digitale del documento protocollato, che l'utente del software potrà visualizzare in qualsiasi momento premendo il pulsante Apri. Il pulsante Allega file permette, inoltre, di allegare tre ulteriori documenti connessi a quello protocollato.

Il pulsante Riepilogo protocollo, contraddistinto dall'icona di una tabella a griglia, permette di visualizzare il riepilogo dei documenti registrati in un qualsiasi intervallo di tempo nell'anno solare nonché di esportare lo stesso riepilogo in un foglio di lavoro di Microsoft Excel.

Il pulsante Trova consente di effettuare ricerche avanzate nell'archivio del protocollo informatico utilizzando uno o più filtri di ricerca contemporaneamente. In questo modo è possibile ottenere, ad esempio, l'elenco di tutti i documenti protocollati da un certo operatore e appartenenti ad una specifica categoria.

La scheda descrittiva di un singolo documento può essere stampata su carta, mentre l'intero archivio del protocollo può essere esportato in un file di Excel.

L'applicazione Archivio Documenti è un database in cui schedare documenti di qualsiasi genere, sia quelli isolati sia quelli facenti parte di un più ampio fascicolo. E' quindi possibile sfruttare questa app per l'archiviazione di pratiche di ufficio, documenti legali, direttive, circolari, posta o altro materiale cartaceo di proprio interesse.

In ogni scheda si può indicare il nome del documento, il numero di protocollo ad esso assegnato, il nome e l'indirizzo di chi ha prodotto il documento, la data in cui il medesimo documento è stato prodotto, il nome e l'indirizzo del destinatario, la data di ricezione, l'oggetto del documento, la tipologia, la classificazione, il riferimento all'eventuale fascicolo contenitore del documento, il formato, il numero di pagine, gli allegati, i riferimenti ad altra documentazione, il livello di riservatezza, il software con cui il documento è stato creato, il luogo di conservazione dell'originale cartaceo, i soggetti citati nel documento e ogni ulteriore annotazione.

Per creare la scheda di un documento, basta premere il pulsante Nuovo, compilare i campi di testo e fare clic su Salva. Si tenga presente che i campi relativi al nome del documento, al produttore e alla data di produzione sono a compilazione obbligatoria. Per modificare una scheda esistente, basta richiamarla nella schermata di lavoro utilizzando la funzione di ricerca o le frecce di scorrimento dei record, apportare le modifiche desiderate e premere Salva.

E' possibile allegare a ciascuna scheda il file contenente la copia digitale del documento descritto se si è provveduto a scannerizzarlo. A tal fine, basta premere il pulsante Sfoglia, selezionare il file da allegare nella finestra che appare e quindi salvare o aggiornare la scheda.

La casella Da completare va spuntata per indicare che il documento è in fase di lavorazione e deve ancora essere completato. Per visualizzare l'elenco di tutti i documenti non ancora completati, basta fare clic sul pulsante contraddistinto dall'icona di un foglio con su una matita.

Il pulsante Duplica è utile quando si deve creare la scheda di un documento molto simile ad un'altra già presente in archivio. Per utilizzare tale funzione, occorre innanzitutto richiamare la vecchia scheda nella schermata di lavoro, poi premere il pulsante Duplica, apportare le dovute modifiche nei campi di testo e infine fare clic su Salva.

Il pulsante Allega file permette di allegare alla scheda del documento file di qualsiasi genere che potrebbero contenere materiale in formato digitale a cui il medesimo documento fa riferimento.

Il pulsante Trova permette di rintracciare una scheda in archivio utilizzando uno o più campi come filtri di ricerca. In questo modo è possibile trovare, ad esempio, tutti i documenti creati da un certo produttore oppure tutti quelli appartenenti ad una determinata tipologia.

La scheda di ciascun documento può essere stampata su carta mentre l'intero archivio può essere esportato in un file di Microsoft Excel.

L'applicazione Scadenze e Appuntamenti consente di tenere sotto controllo le scadenze giornaliere, mensili o annuali relative ai pagamenti da effettuare o da riscuotere o a qualsiasi altro impegno e di essere avvertiti al sopraggiungere della data. L'utente può registrare un numero illimitato di scadenze per ciascun giorno. Le scadenze inserite potranno essere visualizzate in ordine cronologico in base alla data e all'ora. Per ogni scadenza è possibile stabilire con quanti giorni di anticipo si desidera essere avvisati.

Una volta entrati nella schermata per la gestione delle scadenze dell'anno, si può provvedere a compilare una nuova scheda facendo clic sull'icona Nuovo. Per salvare una scheda, è necessario indicare almeno la data e l'ora della scadenza, quanti giorni prima si desidera essere avvisati, il nome del cliente e la causale della scadenza. E' inoltre possibile indicare i dettagli del servizio collegato alla scadenza o appuntamento. I dati del cliente e del servizio possono essere importati dall'archivio anagrafico dei clienti e dal tariffario dei servizi.

Se si ha la necessità di inserire in archivio appuntamenti o scadenze che si ripeteranno nel corso dell'anno, dopo aver salvato la prima scheda si può sfruttare la funzione Duplica per trasportare tutti i dati (ad eccezione della data e dell'ora) in un nuovo record. A questo punto bisognerà soltanto esprimere giorno, mese e ora e salvare la nuova scheda.

Come già accennato, per ogni scadenza o appuntamento è possibile stabilire con quanti giorni di anticipo si desidera essere avvisati. La presenza di appuntamenti imminenti viene segnalata sia in maniera visiva attraverso un messaggio informativo, sia in maniera sonora mediante un segnale acustico che si attiva automaticamente nel momento in cui si apre la finestra di lavoro. Per visualizzare l'elenco delle scadenze o appuntamenti imminenti, basta fare clic sulla relativa scritta. Il calendario permette, inoltre, di richiamare le scadenze relative al giorno o al mese selezionato.

E' buona norma aggiornare lo scadenzario ogni volta che viene saldato un pagamento mettendo il segno di spunta sulla casella Pagamento effettuato nella scheda dedicata e salvando i cambiamenti. Il pulsante Da effettuare visualizza l'elenco di tutti i pagamenti non ancora saldati, sia scaduti che non. Per rintracciare nell'elenco la scheda della scadenza da aggiornare, basta usare il nome del cliente come filtro di ricerca, fare clic sul pulsante Trova e, una volta evidenziata la scadenza nella lista, selezionarla con un doppio clic per richiamare i dati nella finestra di lavoro principale. A questo punto è possibile spuntare la casella Pagamento effettuato e premere Salva per registrare le modifiche.

La casella Appuntamento da confermare va spuntata per indicare che l'appuntamento preso, ad esempio, con un cliente è in attesa di conferma. Il pulsante Da confermare permette di ottenere il riepilogo delle scadenze in sospeso mostrando, per ciascun impegno, la causale, la data e l'ora della scadenza o appuntamento, il nome del cliente, il codice identificativo del servizio e la tariffa ordinaria applicata.

E' possibile salvare un numero illimitato di scadenze o appuntamenti per ciascun giorno. Le scadenze inserite saranno visualizzate in ordine cronologico in base alla data e all'ora indipendentemente dall'ordine con cui l'utente le ha registrate in archivio. Il pulsante Effettuati visualizza lo storico dei pagamenti saldati in archivio e può essere utile per stampare a fine anno l'elenco di tutti i versamenti effettuati dai clienti.

Nello scadenzario è disponibile una funzione di ricerca avanzata che consente di creare riepiloghi delle scadenze utilizzando più criteri di ricerca contemporaneamente. E' possibile, ad esempio, visualizzare l'elenco delle scadenze o appuntamenti relativi ad un mese specifico, con riferimento ad un determinato cliente, eccetera.

Il pulsante Esporta archivio consente di esportare tutte le scadenze in archivio in un foglio di lavoro di Microsoft Excel.

L'applicazione Registro Bonifici è l'ambiente in cui è possibile archiviare i dati dei bonifici in entrata e in uscita allegando a ciascuna scheda la copia digitale della ricevuta di versamento nonché qualsiasi altro file. Per prima cosa, bisogna premere il pulsante relativo alla tipologia di bonifici da gestire, ossia quelli emessi o quelli ricevuti.

Per inserire i dati di un nuovo bonifico nella nuova schermata che appare, bisogna fare clic sul pulsante Nuovo, compilare i campi di testo che interessano e premere Salva. Per aggiornare una scheda esistente, basta visualizzarla nella schermata usando le frecce di scorrimento dei record o la funzione di ricerca, effettuare le modifiche desiderate e premere Salva.

Ciascun bonifico emesso o ricevuto può essere descritto dettagliatamente indicando, oltre ai dati del pagatore e del beneficiario, la tipologia di bonifico, l'importo versato, la data di esecuzione e quella di accredito, la causale, il CRO o TRN e qualsiasi ulteriore annotazione.

Il pulsante Duplica è utile se si ha bisogno di registrare due o più schede con dati molto simili perché riferite, ad esempio, a bonifici con la stessa causale ed eseguiti dallo stesso pagatore. Per duplicare la scheda di un bonifico, basta visualizzare quella già registrata in archivio, fare clic sul pulsante Duplica, inserire le nuove date di esecuzione e di accredito, apportare ogni altra modifica desiderata e, infine, premere Salva.

I campi relativi al pagatore e al beneficiario possono essere compilati velocemente importando le informazioni dall'archivio anagrafico. A tal fine, bisogna servirsi dei pulsanti presenti a destra dei campi di testo riferiti al cognome e nome o ragione sociale del pagatore e del beneficiario. I dati riguardanti il pagatore nei bonifici in uscita e quelli riguardanti il beneficiario nei bonifici in entrata restano memorizzati quando si esce dalla schermata, dato che normalmente sono sempre gli stessi.

In fondo alla schermata è presente un riquadro in cui è possibile importare la copia digitale della ricevuta del bonifico. Per selezionare il file da importare bisogna usare il pulsante Sfoglia, mentre per visualizzarlo bisogna premere il pulsante Apri.

Il pulsante Allega file consente di allegare ulteriori file di qualsiasi genere alla scheda del bonifico, ad esempio eventuali documenti riguardanti la transazione finanziaria a cui si riferisce lo stesso bonifico.

Se il bonifico non è stato ancora eseguito, non bisogna spuntare la relativa casella presente in basso a destra. Si capisce che, in tal caso, nel campo della data di esecuzione andrà indicato il giorno in cui si presuppone che il pagamento sarà effettuato. Il pulsante contraddistinto dall'icona di una mano con una moneta permette di visualizzare il riepilogo di tutti i bonifici non ancora eseguiti. Nel momento in cui il pagamento viene effettuato, bisogna riaprire la scheda, mettere il segno di spunta sulla casella Bonifico eseguito, aggiornare eventualmente la data di esecuzione e quella di accredito e, infine, salvare le modifiche.

Il pulsante con l'icona di Microsoft Excel consente di visualizzare il riepilogo dei bonifici emessi e di quelli ricevuti indicando un intervallo di tempo anche superiore a un anno solare. Per creare il riepilogo basta immettere la data di inizio e di fine intervallo nel formato gg/mm/aaaa e premere il pulsante Visualizza riepilogo. Il riepilogo può essere esportato in un foglio di lavoro di Microsoft Excel che potrà essere aperto con qualsiasi software in grado di gestire i file in formato XLS.

Con il pulsante Trova, l'utente può recuperare un bonifico in archivio utilizzando uno o più filtri di ricerca contemporaneamente. E' possibile, ad esempio, ottenere l'elenco di tutti i bonifici emessi o ricevuti in una certa data, oppure di quelli con una specifica causale o che si riferiscono a un determinato pagatore o beneficiario. I risultati della ricerca possono essere stampati su carta.

La scheda riassuntiva di ciascun bonifico può essere stampata su carta utilizzando l'apposito pulsante.

L'applicazione Riepilogo Movimenti consente di ottenere un estratto conto dei bonifici emessi e di quelli ricevuti in un qualsiasi intervallo di tempo utilizzando facoltativamente come filtri di ricerca il nome del pagatore o del beneficiario e la causale del versamento.

Per ottenere il riepilogo dei bonifici in entrata o in uscita nell'intervallo di tempo desiderato è sufficiente fare clic sulla scritta Riepilogo movimenti nella schermata di partenza del programma, scegliere un'opzione fra Riepilogo bonifici emessi e Riepilogo bonifici ricevuti nella nuova finestra, indicare eventualmente il nome del pagatore o del beneficiario e la causale del versamento, selezionare la data di inizio e quella di fine intervallo e, infine, premere il pulsante Visualizza riepilogo.

L'estratto conto che si ottiene mostra l'elenco di tutti i bonifici emessi o ricevuti nel periodo specificato, riportando per ciascuno la data di esecuzione, il pagatore, il beneficiario, la causale e l'importo versato. In calce alla schermata apparirà l'importo complessivo dei bonifici presenti nel riepilogo.

Per ottenere il riepilogo di tutti i bonifici nell'intervallo selezionato a prescindere dal pagatore o beneficiario e dalla causale, basta lasciare in bianco i campi di ricerca.

L'estratto conto dei bonifici può essere stampato su carta facendo clic sul pulsante Stampa riepilogo.

L'applicazione Archivio Libri presenta una serie di campi di testo in cui bisogna inserire le informazioni riguardanti ciascuna opera. Per inserire una nuova scheda in archivio, è sufficiente fare clic sul pulsante Nuovo, immettere i dati nelle caselle di testo e premere Salva. Per modificare una scheda già archiviata, basta richiamarla nella schermata di lavoro, effettuare le modifiche e premere Salva.

I dati che si possono registrare sono davvero tanti per soddisfare tutte le necessità. Accanto alle scontate informazioni relative al titolo, all'autore, al curatore o all'anno di pubblicazione, tanto per citarne alcune, c'è l'indicazione di un codice del libro utile per identificarlo in maniera univoca nonché una casella per ricordare la sua effettiva posizione sullo scaffale. Non mancano neanche campi di testo per riportare il titolo originale dell'opera, la lingua, il nome del traduttore, la data della prima pubblicazione, la versione di cui si dispone e l'eventuale collana di appartenenza. La scheda di ciascun libro è studiata per ospitare anche informazioni tecniche, quali il formato del testo, il codice ISBN, la classificazione in base al sistema decimale Dewey e il prezzo.

In alto nella schermata sono posti i classici ed intuitivi bottoni per la gestione dei record, ossia quelli che consentono di salvare una nuova scheda, stamparla su carta, allegare file di qualsiasi genere, esportare l'intero archivio in un foglio di Microsoft Excel, visualizzare la guida in linea, effettuare una ricerca in archivio. Ci sono anche le frecce per muoversi fra le schede registrate nel database nonché un ulteriore pulsante che permette di limitare la propria ricerca ai libri attualmente disponibili per il prestito.

I campi a compilazione obbligatoria sono quelli del titolo, dell'autore e del codice identificativo del libro. I campi "Prestato a" e "Scadenza" vanno compilati quando si registra il prestito di un libro e vanno svuotati per registrare la sua restituzione.

La lingua e il genere possono essere selezionati dagli elenchi a cascata oppure inseriti sul momento. Se non si ricorda il codice Dewey relativo al genere, si può selezionarlo dalla tabella che appare utilizzando l'apposito pulsante.

L'icona posta a destra del campo "ISBN" permette di cercare su Internet, tramite Google, informazioni relative al libro corrente.

Il pulsante Trova permette di effettuare ricerche in archivio anche utilizzando più filtri contemporaneamente. Ciò consente, ad esempio, di ottenere l'elenco di tutti i libri di un autore che appartengono a un determinato genere letterario oppure di quelli pubblicati da una certa casa editrice.

Il pulsante Duplica può tornare utile quando si devono registrare i diversi volumi che compongono una stessa opera. Per sfruttare tale funzione, dopo aver inserito i dati relativi al primo dei volumi dell'opera e salvato la scheda, bisogna fare clic sul pulsante Duplica al fine di inserire il volume successivo. Così facendo, il contenuto delle caselle di testo sarà preservato cosicché l'utente potrà apportare le modifiche desiderate e salvare la nuova scheda.

E' possibile allegare file di qualsiasi genere a ciascun libro, ad esempio il testo dell'intera opera in formato digitale o l'immagine acquisita allo scanner della copertina del libro. Il programma, inoltre, permette la stampa su carta della scheda dati di ciascun libro e l'esportazione dell'intero archivio della biblioteca in un file di Excel.

L'applicazione Schedario Articoli mette a disposizione un ambiente in cui registrare in archivi annuali gli articoli, recensioni o testi di altro genere che si intende catalogare in base alle proprie esigenze. L'utente dovrà per prima cosa selezionare l'anno in cui l'articolo è stato scritto e quindi premere il pulsante Apri per entrare nell'ambiente di lavoro in cui potrà procedere alla compilazione della scheda descrittiva.

Per inserire una nuova scheda in archivio, è sufficiente fare clic sul pulsante Nuovo, immettere i dati nelle caselle di testo e premere Salva. Si tenga presente che il campo relativo al titolo dell'articolo è a compilazione obbligatoria. Per modificare una scheda già archiviata, basta richiamarla nella schermata di lavoro, effettuare le modifiche e premere Salva.

Di ogni articolo, si potrà indicare il titolo, la data di pubblicazione, il genere di appartenenza, l'autore, il nome e il numero della testata editoriale contenente l'articolo schedato, il testo integrale dello stesso articolo, una sua sintesi descrittiva, la valutazione data alla qualità dell'articolo, il link alla pagina Internet contenente l'articolo stesso (ove esistente) e ogni ulteriore annotazione personale.

Lo schedario degli articoli presenta un'avanzata funzione di ricerca utilizzabile anche con chiave parziale che permette, ad esempio, di ottenere l'elenco di tutti gli articoli scritti da un certo autore, di quelli appartenenti a un genere specifico oppure nel cui testo compare una determinata parola chiave.

E' inoltre possibile allegare a ogni scheda file esterni di qualsiasi genere che potrebbero contenere, ad esempio, la copia acquisita allo scanner dell'articolo cartaceo originale o altri testi digitali correlati in qualsiasi modo al medesimo articolo.

La scheda di ciascun articolo può essere esportata in formato RTF e stampata su carta, mentre l'intero archivio può confluire in un foglio di Microsoft Excel.

Tutti gli archivi di Dieci Archivi Pro 4.0 possono essere esportati in un file di Microsoft Excel utilizzando una semplice funzione accessibile con pochi clic del mouse. Il foglio di Excel generato potrà essere aperto con qualsiasi applicazione in grado di gestire i file in formato XLS (ad esempio, con Open Office, Libre Office o Microsoft Office).

Dieci Archivi Pro 4.0 può essere utilizzato anche su chiavetta USB. A tal fine, basta copiare la cartella del programma su pen-drive e fare doppio clic sull'icona dell'applicazione per eseguirla. La copia della cartella su dispositivo esterno è anche il metodo più veloce per effettuare il backup di tutti gli archivi.

L'accesso al software è protetto da una password aggiornabile dall'utente che può essere cambiata tutte le volte che si desidera. Per il primo accesso al programma, bisogna utilizzare la parola chiave "autenticazione" (scritta senza le virgolette).

Il software può essere utilizzato anche in una rete locale se si ha necessità di condividere gli archivi fra più postazioni di lavoro. L'acquisto di una singola licenza autorizza l'utente ad installare l'app su tutte le macchine di sua proprietà.

Dieci Archivi Pro 4.0 è quindi lo strumento ideale per organizzare al meglio ogni esigenza del lavoro, della vita personale e dei propri interessi. L'utente resterà piacevolmente sorpreso nel constatare come il software richieda tempi di apprendimento praticamente nulli.

Come acquistare il software


Dieci Archivi Pro 4.0 è concesso in licenza d'uso al prezzo di euro 199,00 (centonovantanove/00). Per le spese di spedizione del CD tramite raccomandata, aggiungere euro 15,00 (quindici/00). Nessuna spesa di spedizione è dovuta se si preferisce scaricare il software e la fattura da Internet.

Pagamento da effettuarsi tramite bonifico bancario:

  • Banca UniCredit - Agenzia di Ponte San Giovanni PG

  • IBAN: IT71J0200803050000101867373

  • Intestatario: CAPUTO MARIA GRAZIA (titolare della ditta ESPOSITO SOFTWARE).

Indicare il nome del software nella causale del bonifico.

Inviare una e-mail all'autore all'indirizzo info@espositosoftware.it allegando una copia della ricevuta di versamento.

Per l'intestazione della fattura, comunicare i propri dati completi di codice fiscale, partita IVA, indirizzo PEC o Codice Destinatario di sette cifre. Se si acquista come utente privato, è sufficiente comunicare cognome e nome, indirizzo di residenza e codice fiscale. I dati possono essere inviati tramite e-mail (
info@espositosoftware.it) oppure per telefono chiamando l'autore dalle ore 09:00 alle ore 20:00 dal lunedì al sabato (tel. cellulare: 393.61.62.629 - rete fissa: 07.55.99.66.55).

L'acquisto di una sola licenza autorizza l'utente ad installare l'applicazione su tutti i computer di sua proprietà. La licenza non ha scadenza e non ci sono costi annuali da pagare. Il software e i dati sono residenti sul computer dell'utente, a garanzia di riservatezza e sicurezza.


Download software

Preleva programma
Scarica Dieci Archivi Pro 3.0 sul tuo PC

Download Dieci Archivi Pro (8,63 MB)



Questo software è compatibile con tutti i sistemi Microsoft Windows a 32 e 64 bit


© Copyright Esposito Software
di Maria Grazia Caputo
Tel. 07.55.99.66.55 - Cel. 393.61.62.629 - E-mail:
info@espositosoftware.it

www.espositosoftware.it

Fare clic qui per tornare all'indice dei programmi




Web Analytics